• Follow us on
  • rss
05/mar
fondazione
Published in post

Considerazioni Intempestive 15/7

IMG_1633

1

2

Si è concluso Venerdì 15 Luglio, il primo ciclo di Considerazioni Intempestive.

Valeria Parrella, scrittrice e sceneggiatrice, Stefano Zuffi, storico dell’arte e Leonardo Sangiorgi, fondatore di Studio Azzurro, hanno conversato con Andrea Canziani, storico dell’architettura.

Anche l’ultima serata si è svolta nel Castello di Noli.

 

FullSizeRender

Andrea CANZIANI laureato in architettura al Politecnico di Milano e specializzato in Restauro dei Monumenti all’Università degli Studi di Genova, è Dottore di Ricerca in Programmazione Manutenzione Riqualificazione dei Sistemi Edilizi ed Urbani presso il Politecnico di Milano, con una tesi sul rapporto tra tutela dei beni culturali, crescita economica e sociale del territorio e qualità dell’intervento edilizio. Ha studiato alla Escuela Tecnica Superior de Arquitectura di Sevilla (Spagna) ed alla Technische Universiteit di Delft (Olanda), dove è stato responsabile di ricerca presso la Stichting Analyse van Gebouwen-Foundation for Analysis of Buildings. È stato ricercatore del Building Environment Science & Technology Department – Politecnico di Milano sui temi della conservazione programmata del patrimonio culturale dal 2007 al 2010. Dal 2007 al 2014 è stato Segretario generale di DOCOMOMO Italia. Attualmente insegna Architectural Preservation al Politecnico di Milano ed è Architetto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, presso la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Liguria. È membro del DOCOMOMO International Specialist Committee on Education + Theory (ISC/E+T) e del Comitato Scientifico delle International DOCOMOMO Conference e fa parte dell’ICOMOS Expert Members Board International Scientific Committee on 20th Century Heritage. E’ autore di numerosi saggi sui temi del patrimonio, tra i suoi interventi i restauri degli allestimenti di Franco Albini a Palazzo Rosso a Genova, il restauro del paramento lapideo della Libreria Marciana a Venezia e i restauri delle Case per Artisti di Pietro Lingeri sull’Isola Comacina.

 

 valeria-parrella

Valeria PARRELLA, scrittrice, si è laureata in Lettere Classiche all’Università di Napoli Federico II. Il suo esordio narrativo avviene nel 2003 con una raccolta di sei racconti intitolati Mosca più balena con la quale vince il Premio Campiello Opera PrimaNel 2005  un’altra raccolta di racconti, Per grazia ricevuta, arriva tra i cinque finalisti al Premio Strega dello stesso anno e vince il Premio Renato Fucini per la miglior raccolta di racconti. Nel 2007 inizia la sua attività teatrale pubblicando Il Verdetto messo in scena da Cristina Donadio presso il Teatro Stabile di Napoli. Nel 2008 pubblica il suo primo romanzo, Lo spazio bianco, vincitore di numerosi premi, da cui nel 2009 è stato tratto l’omonimo film diretto da Francesca Comencini, presentato alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia, per il quale ha vinto il premio Tonino Guerra al Bif&st 2010 per il miglior soggetto. Dal gennaio 2008 al dicembre 2010 è stata nel comitato di Direzione Artistica del Teatro Mercadante di Napoli.  Nel maggio del 2010  pubblica il romanzo Ma quale amore, per il quale nel 2011 vince il Premio letterario Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Nel settembre 2011 il suo libretto Terra su musica di Luca Francesconi apre la stagione sinfonica del Teatro San Carlo, in occasione delle celebrazioni per il 150simo anniversario della nascita della Repubblica. Tra i suoi ultimi romanzi: Lettera di dimissioni, 2011, Antigone, 2012 con cui vince il Premio Le Maschere del Teatro italiano come Miglior autore di novità italiana e Tempo di imparare, 2014 che vince il Premio Letteratura del Comune di San Sebastiano al Vesuvio.

maxresdefault

Leonardo SANGIORGI. Diplomato all’Accademia di Brera, fonda nel 1982 Studio Azzurro con Fabio Cirifino e Paolo Rosa, a cui si aggiunge poi Stefano Roveda. Studio Azzurro è unanimemente considerato uno dei laboratori di videoarte e di sperimentazione visiva più importanti al mondo. Attraverso la realizzazione di videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, percorsi museali, performance teatrali e film, disegnano un percorso artistico trasversale alle tradizionali discipline e formano un gruppo di lavoro aperto a differenti contributi e importanti collaborazioni. La ricerca artistica, all’inizio, si orienta verso la realizzazione di videoambientazioni, in cui viene sperimentata l’integrazione tra immagine elettronica e ambiente fisico, perseguendo l’intento di rendere centrale lo spettatore ed i percorsi percettivi in cui è inscritto. Nel 1995 si delinea un nuovo e fondamentale interesse per le questioni dell’interattività e del multimediale, con la realizzazione di una serie di lavori definiti ambienti sensibili. Il confronto con i valori della memoria fa nascere un nuovo ciclo di opere, chiamato Portatori di storie, in cui viene sperimentata una forma di interattività che vede il visitatore coinvolto, con modalità fortemente partecipative, nella scoperta del territorio locale, attraverso il racconto dei suoi abitanti. Tra i musei di recente realizzazione, il Museo del Castello di Formigine (Modena), il Museo Multimediale dell’Elettricità alla restaurata Centrale Idroelettrica di Cedegolo (Brescia), La Fortezza delle emozioni, Architetture di guerra in tempo di pace museo realizzato all’interno del Forte Belvedere Gschwent di Lavarone (Trento) e gli Spazi Multimediali del Museo del Marmo di Carrara. Attualmente in corso di realizzazione il Museo dell’acqua presso la fonte di Pescaia di Siena.

Arte_09_Zuffi

Stefano ZUFFI, storico dell’arte, si è laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano. Ha frequentato i corsi di specializzazione in Storia dell’Arte Medievale e Moderna e di Museologia e Museografia presso il Politecnico di Milano. Ha pubblicato oltre sessanta volumi di divulgazione culturale, legati alla storie dell’arte soprattutto rinascimentale e baroccaConsulente editoriale per la casa editrice Electa (1994-2006), è stato responsabile di alcune collane di successo dedicate alle arti figurative e alla storia dell’architettura, come gli Artbook e, dal 2002, I dizionari dell’arteFra i libri più recenti I colori nell’arte (Rizzoli), Apocalisse con figure (Guanda), la collana La grande storia dell’arte pubblicata in allegato a “la Repubblica”, e diversi libri sulla pittura dedicati ai bambini, tra cui Il mondo dipinto,2009 e Le parole dell’arte. Per capire e amare i pittori e le loro opere,2011. Tradotte in più lingue, le sue opere nel complesso raggiungono una tiratura di oltre un milione e mezzo di libri venduti in tutto il mondo. Collabora alla realizzazione di mostre temporanee e cura iniziative per la valorizzazione dei musei milanesi. Ricopre gli incarichi di responsabile culturale dell’Associazione Amici di Brera ed è presidente dell’Associazione Amici del Poldi Pezzoli.

fondazione
Direttore Generale

Comments are closed.

Scroll to Top